Le feste stagionali della Ruota dell’Anno

Le feste stagionali della Ruota dell’Anno

Le feste stagionali della Ruota dell’Anno

La storia d’amore tra la Terra e il Sole narrata dalle otto feste della Ruota dell’Anno richiama, simbolicamente, le principali tappe del proprio processo di coltivazione personale.

Otto Feste Ruota dell'Anno

Nell’articolo I cambiamenti stagionali come bussola interiore ti ho introdotto alla simbologia delle Stagioni spiegandoti che ognuna di esse, se considerata da un punto di vista simbolico, ci offre molti spunti per fare un approfondito lavoro introspettivo su noi stessi e la nostra vita.

Se ti affascina il tema della simbologia stagionale, probabilmente avrai incontrato spesso anche la simbologia delle Feste della Ruota dell’Anno associate, comunemente, alla tradizione celtica anche se si tratta di celebrazioni che, con qualche differenza di significato, appartenevano a diverse culture come, ad esempio, quella greca, quella romana, quella egiziana, quella giapponese o quella cinese. Anche in Italia, ancora oggi, si ritrovano tradizioni regionali, appartenenti soprattutto alla cultura contadina, in cui si possono riconoscere i segni di questi antichi festeggiamenti.

Queste otto Feste, che scandivano il ciclo annuale in periodi di circa quarantacinque giorni, costituivano in origine L’Anno Magico, ovvero la strada che permetteva di raggiungere nuovi livelli di consapevolezza rispetto se stessi e la Vita.

Dal punto di vista mitologico, queste Feste narrano la storia d’amore tra il Dio (il Sole, il Padre, il Principio Maschile) e la Dea (la Terra, la Madre, il Principio Femminile) le cui tappe sono un riflesso di ciò che avviene nella nostra vita durante l’anno, sia in riferimento alla coltivazione dei nostri semi-obiettivo che alla nostra crescita interiore.

Sinteticamente, le tappe possono essere così riassunte:

TAPPE INVERNALI

YULE La Festa della Rinascita (Solstizio d’Inverno)

Tema mitologico. La Dea partorisce un figlio, il Dio (il Sole Bambino), che venendo al mondo riporta la luce e scalda nuovamente la Terra.

Tema psicologico. Nella silenziosa ed oscura profondità del tuo essere il “seme” (un’idea, un progetto, una visione, un bisogno…) caduto in terra in Autunno (a Samhain) e rimasto finora quiescente si risveglia e, liberatosi del suo involucro, inizia il suo processo sotterraneo di germinazione. Questo è il momento in cui entri in contatto con la scintilla del nuovo Sole che dimora in te.

IMBOLC – La Festa del Rinnovamento (1 febbraio)

Tema mitologico. La Dea si riprende dalle fatiche della gravidanza e il Dio, ancora molto giovane, inizia a muovere i primi passi e, con la sua forza in ascesa, riscalda sempre più le giornate.

Tema psicologico. Il “seme”, piantate le delicate radici nella terra che lo ha accolto e protetto, germoglia diventando visibile al di sopra del terreno. Per preparare al meglio il suo sentiero di crescita, però, devi compiere una purificazione (materiale, fisica, psicologica, spirituale) per lasciarti alle spalle le scorie del passato.

TAPPE PRIMAVERILI

OSTARA La Festa del Risveglio (Equinozio di Primavera)

Tema mitologico. La Dea e il Dio, divenuto un giovane vigoroso, si risvegliano completamente e si innamorano formando la Coppia Divina.

Tema psicologico. Il “seme”, divenuto ormai un piccolo arbusto, cresce sviluppando le radici e gli steli. È tempo, quindi, di dare inizio al nuovo progetto sognato durante il periodo invernale. Ora, infatti, è il momento di uscire dall’introversione e di mettere in pratica le lezioni maturate durante le riflessioni invernali.

BELTANE La Festa dell’Attesa (1 maggio)

Tema mitologico. Il Dio, ormai adulto, giace con la Dea che rimane gravida (dal nostro punto di vista, naturalmente, questo sarebbe un incesto visto che la madre, la Dea, ha una relazione sessuale con il figlio, il Dio, ma la storia è allegorica e, pertanto, non va interpretata alla lettera).

Tema psicologico. La pianta si riempie di boccioli pronti ad esplodere e a trasformarsi in succosi frutti. È il momento di mettere in pratica quanto hai pianificato aprendoti, nel contempo, alle interazioni sociali e stimolando la tua creatività (la tua “fertilità interiore”).

TAPPE ESTIVE

LITHA – La Festa del Compimento (Solstizio d’Estate)

Tema mitologico. La Dea porta avanti la sua gestazione e la potenza del Dio arriva alla sua massima forza.

Tema psicologico. L’impollinazione avvenuta a Beltane ha prodotto il “frutto” che è quasi giunto a completa maturazione. È un momento adatto per concludere e portare a compimento quello che stai rea­lizzando, celebrare il raggiungi­mento degli obiettivi, riconoscere i tuoi talenti e la tua azione nel mondo esterno e, naturalmente, concederti dei momenti di divertimento.

LUGHNASSAD – La Festa del Raccolto (1 agosto)

Tema mitologico. Completato il suo ciclo, il Dio si appresta ad iniziare di nuovo la sua parabola discendente ma il suo seme vive nel grembo della Dea che è al massimo del suo splendore.

Tema psicologico. Il frutto maturato durante il Solstizio d’Estate (Litha), la cui qualità dipende da come la pianta si è sviluppata nelle fasi precedenti, è pronto per essere colto. Questo è il momento in cui raccogliere e godere i frutti delle tue fatiche. Le cose che hai portato a termine al Solstizio ora sono mature e puoi vedere i primi risul­tati delle tue azioni intraprese nei mesi precedenti. Ma è anche un momento di preparazione per il futuro, di riflettere che presto sarà Autunno e che dovrai affrontare una fase diversa.

TAPPE AUTUNNALI

MABON – La Festa del Ringraziamento (Equinozio d’Autunno)

Tema mitologico. Il Dio, ormai stanco, e la Dea, partoriti ormai tutti i suoi frutti, si preparano a ritrarsi nelle tenebre.

Tema psicologico. Il frutto, maturato nella fase precedente (Lughnassad), si prepara a cadere nella terra per dare inizio ad un nuovo ciclo. Questo è il momento in cui riflettere su quanto è avvenuto finora, rendere grazie per i risultati raggiunti e le consapevolezze maturate. È bene, quindi, fare il punto della situazione considerando anche cosa non sei riuscito a concretizzare dei tuoi progetti e per quale motivo.

SAMHAIN – La Festa del Ricordo (31 ottobre)

Tema mitologico. Il Dio muore e la Dea si ritira nelle profondità della terra per ricaricare le energie vitali che fruttificheranno nella prossima Primavera.

Tema psicologico. Il frutto maturato nella fase precedente cade a terra rilasciando il seme che, ora quiescente sottoterra, darà inizio ad un nuovo ciclo. Ora è il momento di buttarti alle spalle il vecchio e di raccoglierti in te stesso per intraprendere il viaggio introspettivo. È tempo di riflettere per scoprire quali aspetti di te neces­sitano di essere cambiati prima che possa iniziare una nuova vita.

L’Angolo dello Psicogiardinaggio

Per questo articolo non ti propongo delle domande come faccio di solito, ma ti invito a riflettere sull’anno che sta volgendo al termine usando come guida le otto tappe che ti ho descritto. Sintonizzati su come ti risuonano e su cosa ti evocano.

NOTA BIBLIOGRAFICA. Questo articolo è tratto dal materiale de La Danza delle Stagioni, il nuovo percorso online sulla simbologia stagionale disponibile da marzo 2019 che avrà una sola edizione annuale. Se vuoi essere informato appena il percorso sarà attivo e avere la possibilità di partecipare con uno sconto speciale previsto per la prima edizione, puoi iscriverti alla Lista d’Attesa.

Le feste stagionali della Ruota dell’Anno ultima modifica: 2018-12-06T10:19:33+00:00 da pameladalisa