Fiorire in qualsiasi circostanza

La Vita, talvolta, ci “pianta” in terreni che non desideriamo ma, nonostante questo, possiamo trovare comunque il modo di prosperare anche nelle avversità.

prosperare anche nelle avversità

“Impara a fiorire dove sei piantato. – scrive la pediatra americana Smita Malhotra – Anche se in questo momento ti trovi piantato sotto un po’ di cemento, cerca la crepa per trovare la tua via di uscita. E a dispetto di tutte le probabilità, scegli di fiorire comunque”.

Improvvisi cambiamenti, battute d’arresto, spiacevoli imprevisti, ostacoli inaspettati… capita a volte, e non sempre per nostra scelta, che la nostra esistenza vada fuori strada e noi veniamo spinti a forza verso una direzione diversa da quella desiderata. Ci troviamo, così, a vivere delle situazioni che non vogliamo e verso le quali, tipicamente, opponiamo resistenza. Tuttavia, sono molte le cose che possiamo fare per prosperare anche nelle circostanze per noi non ideali, quelle in cui ci troviamo “piantati” nostro malgrado.

Proprio come un fiore che cresce attraverso una crepa nel cemento, a volte dobbiamo accettare che, per raggiungere i nostri obiettivi, è necessario tollerare anche qualcosa che non ci piace. Dobbiamo quindi fare del nostro meglio in ogni situazione che viviamo e, senza amareggiarci più del necessario, trovare il modo di fiorire comunque.

Questo, naturalmente, non significa che dobbiamo farci piacere una situazione che non giova al nostro equilibrio o che non dobbiamo fare tutto quello che è in nostro potere per cambiarla ma, piuttosto, che dobbiamo accettare di sostare momentaneamente in un “terreno di vita” non gradito mentre, senza creare inutili resistenze, mettiamo in atto il processo di “sradicamento” che ci aiuti a mettere radici là dove desideriamo.

Ma quali attitudini mettere in campo per riuscire a fiorire in ogni circostanza? Ecco alcune delle più importanti:

1 – Coltivare un atteggiamento mentale propositivo. Anche se non è sempre possibile cambiare le nostre circostanze, possiamo modificare la nostra prospettiva dirigendo in modo diverso i nostri pensieri che, contrariamente a quello che spesso pensiamo, non sono completamente al di fuori del nostro controllo. In ogni situazione, infatti, puoi controllare il tuo atteggiamento scegliendo come osservare ciò che accade attorno a te. Pensa al fiore che è sbucato dal cemento citato prima. Mentre si trovava ancora dormiente sottoterra, è stata gettata sul terreno una colata di cemento e così, una volta risvegliato e pronto per emergere alla luce del Sole, si è trovato il passaggio bloccato da una barriera per lui impossibile da spezzare. Ma invece di rassegnarsi a perire prematuramente, ha fatto mille tentativi muovendosi prima in avanti, poi un pò indietro, poi più a sinistra, poi più a destra, finché è riuscito a trovare quella crepa che gli ha permesso di sbocciare. Tu, ad esempio, potresti magari non essere soddisfatto del tuo attuale lavoro (ecco il tuo “cemento”), ma invece di considerare la situazione solo da un punto di vista negativo, puoi osservarla da angolazioni diverse riconoscendo quei spiragli di possibilità (ecco le tue “crepe”) che possono trasformarla in un trampolino di lancio verso il tuo lavoro ideale (il tuo senso di insoddisfazione, ad esempio, può darti la spinta che ti mancava per realizzare il sogno accarezzato da tanto di far partire una tua attività in proprio).

2 – Accettare i cambiamenti quando si verificano. Il cambiamento, come sappiamo, è l’unica cosa certa nella Vita. Ti sarai forse stancato di sentirti ripetere questo concetto, ma è una delle fondamentali verità dell’esistenza. Stai pur certo, quindi, che al di là di dove ti trovi in questo momento, le circostanze nel tempo subiranno una trasformazione. Pertanto, se vuoi imparare a fiorire indipendentemente dal tipo di situazione che vivi, è importante accogliere con apertura il cambiamento senza il quale non potresti fare nessun progresso. Se le cose rimanessero sempre uguali, infatti, non ci sarebbe nessun passo in avanti e nessuna crescita sul piano personale. Perciò, invece di sentirti sconvolto dal cambiamento, trova il modo di adattarti cercando di volgere le cose a tuo favore.

3 – Valorizzare quello che già c’è nella tua vita. Un atteggiamento pessimista rende difficile la fioritura perché non ti permette di individuare le possibilità a tua disposizione, perciò, invece di passare il tempo a fantasticare sulle circostanze ideali che vorresti (il che, però, non significa non avere chiara la visione di vuoi andare), considera tutto quello che puoi apprezzare in questo momento nella tua vita. Questo ti aiuta a mantenere le cose in prospettiva e a sviluppare l’atteggiamento positivo necessario per fiorire. Quando non sei soddisfatto di dove sei piantato è facile diventare preda della negatività e dimenticare le tante cose per cui essere grato ma, per quanto talvolta possa essere difficile, fai uno sforzo cosciente per focalizzarti su quello che già possiedi, sia sul piano esteriore che interiore.

4 – Imparare dalle circostanze che vivi. Un ottimo modo per sbocciare in ogni circostanza è agire da “segugio” ed andare sempre alla ricerca di utili lezioni di vita. Anche le situazioni sfavorevoli portano con sé degli insegnamenti. Ovviamente, quando le circostanze sono particolarmente difficili o dolorose, non è sempre facile riconoscere subito la lezione ma, spesso, diventa più chiara con il senno di poi. Se non riesci ad individuarla nell’immediato, quindi, non considerare quello che stai vivendo come un inutile spreco, ma ricordati, invece, che un giorno da questa tua esperienza imparerai sicuramente qualcosa che accrescerà la tua consapevolezza.

5 – Riconoscere cosa puoi cambiare. In linea di massima, in qualsiasi situazione ci sono degli aspetti che possono essere migliorati. Per sbocciare dove sei piantato, quindi, anche se le tue circostanze non sono ideali, devi andare alla ricerca delle occasioni per poter cambiare in meglio le cose. Evita, pertanto, di passare tutto il tempo a lamentarti delle circostanze sfavorevoli perché questo atteggiamento, oltre a non aiutarti a trovare le soluzioni adatte, ti prosciuga di ogni energia. Più semplicemente, se qualcosa non ti piace, vedi se puoi cambiarla invece di essere negativo e, se riconosci che attualmente il margine di cambiamento che hai è minimo o nullo, impara a stare nella situazione focalizzandoti sugli aspetti positivi presenti nella tua vita. Come ha detto la poetessa statunitense Maya Angelou: “Se non ti piace qualcosa, cambiala. Se non puoi cambiarla, cambia il tuo atteggiamento rispetto ad essa”.

6 – Restare nel momento presente. Pensare a quello che potrebbe succedere in futuro o a quello che avresti potuto fare diversamente in passato, può distrarti dal fare l’unica cosa che dovresti fare: fiorire nel presente. Anche quando ti senti frustrato ed insofferente, il che ovviamente è comprensibile quando si vive una circostanza non gradita, cerca di fare il tuo meglio per rimanere nel qui ed ora accettando le cose per quello che sono e focalizzandoti su ciò che puoi fare per rendere migliore il presente. Accettare così com’è quello che vivi e che non puoi cambiare può aiutarti a fiorire dove sei piantato perché non ti fa sprecare inutilmente tempo ed energia a combattere contro i mulini a vento e ti permette, inoltre, di lasciarti alle spalle più velocemente quello che non ti soddisfa.

7 – Lavorare con quello che hai. Anche se non puoi sempre controllare completamente la tua situazione (ma, in realtà, il controllo totale non lo abbiamo mai perché, gioco forza, in qualsiasi cosa che viviamo entrano in campo anche dei fattori imprevedibili), tuttavia puoi imparare a lavorare con gli strumenti a tua disposizione piuttosto che fantasticare su quelli che vorresti avere. Cerca, pertanto, di vedere opportunità di crescita ovunque. Se, ad esempio, aspiri a diventare uno scrittore e, per sbarcare il lunario, lavori come cameriere part-time in un bar, per quanto questo possa non sembrarti allettante, può però fornirti il tempo per lavorare al tuo primo romanzo e, grazie ai clienti che incontri, utili fonti di ispirazione per i personaggi della tua storia. Memorizza, allora, questo mantra: “Inizia dove sei, usa quello che hai, fai quello che puoi”.

8 – Accettare di correre dei rischi. Assumere dei rischi, purché non venga fatto in modo sprovveduto, può aiutare nelle situazioni sfavorevoli perché “smuove le acque”. Perciò, piuttosto che considerare le tue circostanze attuali come qualcosa di predefinito, concepiscile come qualcosa che, attraverso il tuo agire consapevole, puoi far sviluppare. Nessuna situazione è mai completamente stagnante, anche se spesso non ce ne rendiamo conto, ed uno spiraglio per smuovere le cose e crescere come persona c’è quasi sempre. Anche se un rischio può non risolvere la situazione o portare benefici immediati, avendoti spinto a rimetterti in gioco e in discussione, ti insegnerà comunque qualcosa e potrà favorire, in un secondo momento, la tua fioritura.

9 – Tenere presente il quadro più grande delle cose. Se vuoi sbocciare, tieni sempre a mente il quadro più ampio di quello che stai vivendo. Finché siamo nel vivo di una situazione, spesso non riusciamo a cogliere tutti i fili della trama. Se inizi a sentirti perso o frustrato, allora, ricordati degli obiettivi a cui aspiri e cerca di capire come la tua attuale situazione si collega ad essi. Questo ti motiverà a restare in pista e a continuare ad impegnarti nel presente per concretizzarli.

Ogni passo che compi nella tua vita, che tu ci creda oppure no, ti prepara a quello successivo. Potresti magari non capirlo subito, ma il punto in cui ti trovi ora ti sta fornendo delle vitali lezioni di vita per la tua prossima avventura. Perciò, puoi passare il tempo a dispiacerti per te stesso, maledicendo la situazione in cui ti trovi e domandandoti in modo ossessivo perché non sei dove vorresti, oppure puoi guardare a quello che stai vivendo ora con curiosità e concepirlo come un utile insegnamento. La scelta è tua.

Come ha detto in un suo famoso discorso l’informatico ed imprenditore americano Steve Jobs: “Non puoi unire i puntini guardando in avanti, ma solo guardando all’indietro. Perciò, devi fidarti che i puntini saranno in qualche modo uniti in futuro”.

Abbi fiducia nel fatto, quindi, che qualunque sia la situazione poco allettante che stai vivendo in questo momento si collegherà, in qualche modo, a quello che verrà dopo nella tua vita aiutandoti a realizzare il tuo scopo più alto.

L’Angolo dello Psicogiardinaggio

Se stai sperimentando una circostanza che ritieni disagevole, prenditi un po’ di tempo per rifletterci sopra e per capire come puoi adottare le nove attitudini descritte sopra. Poi, quando ti senti pronto, chiediti:

  • In quale terreno sfavorevole mi trovo piantato ora?
  • Cosa mi ha fatto mettere radici in questo terreno?
  • Come posso fiorire in questo terreno nonostante le difficoltà?
  • Cosa può insegnarmi la situazione che sto vivendo?
  • Da dove posso iniziare il mio processo di sradicamento?
  • Come posso sfruttare questa esperienza per spingermi verso il mio fine ultimo?

NOTA BIBLIOGRAFICA. Per scrivere questo testo ho preso degli spunti dagli articoli How to bloom where you are planted di Smita Malhotra (www.huffingtonpost.com) e How to bloom where you’re planted (www.wikihow.com).

Fiorire in qualsiasi circostanza ultima modifica: 2017-06-05T16:14:26+00:00 da pameladalisa